Un po 'di riposo fa molto per estendere la grandezza di Clayton

20/06/2019 0
È stato cinque anni fa, martedì, che la grandezza di Clayton Kershaw ha raggiunto il suo apice. Girò nove magici inning senza colpi contro i Colorado Rockies quella notte. Quindici battitori sono stati eliminati e solo uno di loro ha raggiunto la base, con un errore di Hanley Ramirez che ha impedito una partita perfetta. Alla fine della stagione, Kershaw ha conquistato il suo terzo Cy Young Award in quattro anni e divenne il secondo lanciatore in quasi tre decenni a vincere l'MVP. Era nel pieno di un primo che a volte sembrava potesse durare per sempre.
 
"Non sembra così tanto tempo fa, ma quando pensi a tutti gli anni nel mezzo, sembra molto tempo fa", ha detto Kershaw. "La tua carriera va veloce, è un battito di ciglia, sei un ex giocatore di baseball più a lungo di un giocatore di baseball."
 
Kershaw non è ancora vicino alla fine, ma non è più abbastanza lontano da ignorare. Il suo più recente inizio ha assomigliato alla stragrande maggioranza delle sue uscite in questa stagione - ha combattuto attraverso un comando scadente, lanciato dai guai, e alla fine ha portato i suoi Dodgers di Los Angeles alla vittoria.
 
Questo consisteva di sette inning scoreless, su due passeggiate e tre colpi, in una vittoria per 9-0 contro i San Francisco Giants, una squadra in difficoltà che entrò con la media batting più bassa secondo nello sport. Kershaw ha migliorato il suo record a 7-1, ha abbassato il suo ERA a 2,85 e ha segnato il suo undicesimo tempo in 12 gare in questa stagione. Il manager dei Dodgers, Dave Roberts, ha attribuito la capacità di Kershaw di ridurre al minimo i danni e la sua "preparazione implacabile" per il suo successo prolungato attraverso cose diminuite.
 
I Dodgers sono stati più proattivi negli ultimi anni a dare a Kershaw un giorno o due in più tra una partenza e l'altra. Martedì ha segnato solo la terza volta che ha preso il tumulo sul riposo regolare, che consiste di quattro giorni in mezzo. Dall'inizio del 2018, Kershaw ha fatto 14 partenze in più nella stagione regolare con un riposo in più rispetto al riposo regolare, la risposta di Dodgers alla crescente tendenza NBA di "gestione del carico".
 
"Solo la cosa mentale di avere un giorno in più ogni tanto è utile", ha detto Kershaw, che ha collezionato più di 2.000 inning prima della sua età di 31 anni nel 2019. "Non credo che nessuno possa discuterne. Che aiuti davvero la tua performance, chi lo sa davvero. "
 
Non è solo Kershaw. I Dodgers, che presto dispiegheranno un sesto antipasto per combattere un tratto di 18 partite in 18 giorni, hanno avuto 42 delle loro partenze con un giorno di riposo in più, il quinto nella maggior parte delle major. Le quattro squadre che precedono - i San Diego Padres, i Miami Marlins, i Milwaukee Brewers e Giants - hanno delle rotazioni che sono molto più giovani o poco efficaci o entrambe le cose.
 
Roberts ha definito il riposo extra "un vantaggio" per Kershaw e per tutto lo staff. Kershaw, orientato alla routine come chiunque, lo sottovalutava.
 
"Adoro il riposo regolare, amo essere in quella routine, e giorni extra sono grandi ogni tanto per darti un colpo", ha detto. "Non mi piace farlo più e più volte, diventa solo la nuova norma, e il riposo regolare a volte sembra più breve, quindi non mi piace molto, ma non dovrebbe importare troppo. Cambiamo troppo, solo con quel giorno in più. "
 
La velocità della palla veloce di Kershaw (90,5 mph in arrivo) è in calo per il quarto anno consecutivo, e la sua dipendenza dalle palle rotte (58,1 per cento) è salita per il quarto anno consecutivo. Si sta avvicinando a un record di carriera in termini di run-time, ma non sta cercando di evitare il contatto, come evidenziato da un rateo di 1.6, e sta ancora registrando in modo efficiente.
 
Kershaw ne ha avuti due in uno nel secondo inning, poi ha ingannato Brandon Crawford con uno slider e ha fatto uscire Steven Duggar. Con un uomo in seconda e due nella terza, ha fatto atterrare Tyler Austin. Con un uomo al primo e uno al sesto, ha guardato Cody Bellinger prendere un ostacolo contro la recinzione, poi ha scelto Donovan Solano - il suo 63 ° successo in carriera, 26 in più rispetto a qualsiasi altro giocatore attivo.
 
I Dodgers avevano due in uno e uno nella metà inferiore di quell'inning, il loro vantaggio solo in tre, ma Roberts lasciava colpire Kershaw, anche se aveva già tirato 83 tiri. Ha continuato a ritirare i primi due battitori nel settimo. E dopo che Kevin Pillar ha raggiunto la seconda base su una linea che ha sorvolato la testa di Alex Verdugo, Kershaw è tornato per colpire Crawford su un altro slider, il suo 100 ° e ultimo tiro.
 
"Ha appena fatto saltare in aria l'altra squadra, tipo di macina fuori", ha detto il catcher Dodgers Austin Barnes. "Ha avuto sette inning di shutout, e non credo che oggi abbia mai sentito così bene."
 
Per celebrare l'anniversario del picchiaduro di Kershaw, i Dodgers hanno distribuito una pallina commemorativa e invitato i suoi due bambini a gettare il primo tiro cerimoniale. L'unico figlio di Kershaw, Charley, non era ancora nato quando suo padre portò a termine l'inizio più impressionante della sua illustre carriera. A un certo punto, con la testa da bambolina in una mano e il suo guanto in miniatura nell'altra, Charley sollevò entrambe le braccia, imitando la celebrazione della firma di Kershaw.